link alla home
06/04/2017
IL CAAF CON UN CLICK Il CAAF FABI SRL mette a disposizione il Cassetto Fiscale che ti permette di visionare le dichiarazioni già elaborate e di inviare direttamente al CAAF i documenti necessari per la prossima dichiarazione dei redditi. Per l’accesso alla tua area riservata collegati al sito www.caaffabi.it e seleziona “Cassetto Fiscale”, “CAAF FABI SRL” dal tuo cellulare o tablet Android o iOs. La login di
06/04/2017
Con la Circolare 07/2017 l'Agenzia delle Entrate rilascia la guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno d’imposta 2016: spese che danno diritto a deduzioni dal reddito, a detrazioni d’imposta, crediti d’imposta e altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione e per l’apposizione del visto di conformità.
01/04/2017
L’agevolazione per l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale o di sistemi di allarme è pari al 100% dell’importo richiesto. È quanto stabilisce il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate di oggi, che individua la quota percentuale del credito d’imposta che spetta per le spese sostenute nel 2016 relative all’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale (o di sistemi di allarme) e ai contratti stipulati con istituti di vigilanza per la prevenzione di attività criminali. L’importo agevolabile è quello che risulta dalle istanze validamente presentate fino al 20 marzo 2017.
20/03/2017
In data 10 marzo 2017 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l'INPS hanno fornito nuovi chiarimenti in merito alla compilazione del modello Isee.
09/03/2017
“Bonus Sicurezza come e quando presentare l’istanza”
Nella dichiarazione dei redditi 2017 è riconosciuto un credito d’imposta relativo alle spese sostenute per l’installazione di sistemi di videosorveglianza o allarme, per i contratti stipulati con istituti di vigilanza. Per poter
01/03/2017
Nella dichiarazione dei redditi 2017 è riconosciuta una detrazione del 50% dell’Iva pagata per l’acquisto di immobili residenziali di classe A o B.
I requisiti sono stati chiariti al punto 7.1 della Circolare 12/2016 e al punto 10 della Circolare
22/02/2017
Dal primo gennaio 2017 la gestione delle domande è stata implementata per permettere di intercettare le attestazioni ISEE riportanti omissioni o difformità sui rapporti finanziari. A fronte di ciò i contribuenti potrebbero vedersi sospendere oppure rifiutare la domanda per l’assegno di natalità. In questo caso avranno 30 giorni per la presentazione di una nuova DSU apportando le correzioni del caso.

Area riservata alle società di servizi collegate

Per ogni esigenza le società di servizi collegate possono contattarci all'indirizzo e-mail fisco@caaffabi.it